5 Requisiti per un contratto

I contratti fanno parte del fare affari. Ci sono contratti con partner e fornitori e ci sono contratti di lavoro. La maggior parte degli imprenditori non ha un avvocato incaricato di esaminare ogni singolo contratto che incontra sulle loro scrivanie. Per questo motivo, è importante che gli imprenditori comprendano gli elementi di un contratto che lo rendono legale e vincolante. Anche se ci sono molti altri componenti che un contratto può avere, ci sono cinque requisiti affinché un documento sia un contratto legale.

Mancia

I cinque requisiti per creare un contratto valido sono offerta, accettazione, considerazione, competenza e intento legale.

L'offerta: vorresti ...?

L'offerta è il "perché" del contratto, o ciò che una parte si impegna a fare o non fare al momento della firma del contratto. Ad esempio, in un contratto immobiliare, il venditore offrirà di vendere la proprietà all'acquirente per un determinato prezzo. L'offerta deve essere chiaramente indicata in modo che tutte le parti comprendano quali sono le aspettative. In questo esempio, la proprietà è identificata dall'indirizzo e forse anche dal numero di pacco del perito della contea, e il prezzo sarebbe scritto chiaramente nel contratto.

Se l'offerta non è chiara, il contratto potrebbe non essere sufficientemente specifico per essere applicato da un tribunale.

Accettazione: accetto la tua offerta

L'accettazione è esattamente quello che sembra: la persona che riceve l'offerta accetta le condizioni dell'offerta. L'accettazione deve essere volontaria. Ciò significa che una persona che firma un contratto quando una pistola è puntata direttamente contro di lui non è legalmente in grado di accettare l'offerta, perché è sotto costrizione.

Questo è un esempio estremo, ma ci sono situazioni in cui una delle parti viene ricattata o minacciata in altri modi in modo che non sia in grado di completare e firmare il contratto. Questi non sono legalmente vincolanti. Le parti devono essere reciprocamente vincolate e accettare i termini del contratto senza che fattori esterni influenzino l'accettazione dell'offerta.

Considerazione: chi paga cosa?

La considerazione è ciò che una parte "pagherà" per completare il contratto. Il pagamento è un termine sciolto quando si definisce il corrispettivo in un contratto, perché ciò che una parte ottiene per la firma del contratto non è sempre denaro. Quindi, mentre un contratto immobiliare potrebbe dire che la proprietà passerà di mano per $ 1 milione come corrispettivo, un inquilino può ottenere un posto in cui vivere per la considerazione di miglioramenti alla proprietà mentre vive lì.

In definitiva, la considerazione è considerata qualcosa di valore e di solito è un importo monetario definito. Ma se ti offri di fornire le tue conoscenze e competenze a un datore di lavoro, prenderesti comunque in considerazione.

Intento legale: intendiamo che questo accordo sia legalmente vincolante

Questo requisito per un contratto si riferisce all'intenzione di ciascuna parte. Spesso amici e familiari giungono a un accordo libero ma non intendono mai che sia legalmente vincolante, ovvero non intendono che una persona possa citare in giudizio l'altra se qualcuno non fa quello che ha detto che avrebbe fatto. Questo tipo di accordo non è un contratto valido perché non esiste un intento legale.

Un altro aspetto qui è che i termini del contratto devono aderire alle leggi e ai regolamenti dello stato in cui esiste il contratto. Un esempio di contratto illegale è se una persona firma un contratto per rapinare una banca. Rapinare una banca non è un'azione legale e quindi il contratto non ha intenti legali.

Competenza: le parti devono sapere cosa stanno facendo

Chi firma il contratto e stipula il contratto deve essere competente. Ciò significa che sono maggiorenni per firmare un contratto; hanno la capacità mentale di capire cosa stanno firmando; e non sono danneggiati al momento della firma, ovvero non sono sotto l'influenza di droghe o alcol.

Sebbene "parti competenti" sia un requisito per qualsiasi contratto legale, è molto esaminato nei contratti che trattano anziani o disabili. Una persona affetta da demenza potrebbe non essere mentalmente competente per firmare un contratto per vendere la sua proprietà a un'altra parte.