Perché gli stakeholder secondari sono importanti per un'azienda?

Gli stakeholder di un'azienda sono le persone che hanno più a cuore il comportamento e le prestazioni finanziarie dell'azienda. Il termine non è sinonimo di azionista, sebbene un azionista sia uno stakeholder. Gli stakeholder sono generalmente suddivisi in due parti: primaria e secondaria. Capire perché gli stakeholder secondari sono importanti per un'azienda può aiutarti a gestire meglio questo gruppo chiave di individui.

Definizione

Mentre gli stakeholder primari sono quelli che hanno un interesse diretto in un'azienda, gli stakeholder secondari sono quelli che hanno un interesse indiretto. Ad esempio, i dipendenti e gli investitori che dipendono dal proprio benessere finanziario di un'azienda sono i principali stakeholder. Le parti interessate secondarie potrebbero includere residenti che vivono vicino a un'azienda e sono quindi interessati se l'azienda decide di inquinare i corsi d'acqua locali o i consigli di amministrazione della forza lavoro locali che contano sull'attività che impiega lavoratori locali.

Sovrapposizione

Anche gli stakeholder secondari sono importanti perché spesso possono essere anche stakeholder primari. Ad esempio, le persone che vivono nelle vicinanze di un'azienda si preoccupano degli effetti dell'azienda sull'ambiente e sull'economia locali. Tuttavia, quelle stesse persone possono essere impiegate dalla società o possedere azioni in essa, quindi hanno un interesse finanziario diretto in essa. Al contrario, possono avere un impatto finanziario sull'azienda ritirando i loro investimenti in essa.

Significato

Gli stakeholder secondari di un'azienda a volte possono essere i più espliciti, anche quando non hanno partecipazioni finanziarie nell'azienda. Ad esempio, un consiglio di amministrazione della forza lavoro che si oppone a un'azienda che esternalizza alcune funzioni e licenzia persone può causare cattiva pubblicità e cattiva volontà per l'azienda all'interno della comunità. E le persone che vivono vicino all'impianto fisico di un'azienda possono compromettere l'espansione dell'impianto perché ritengono che causerà traffico o inquinamento aggiuntivi.

Trattare con gli stakeholder secondari

Il primo passo nel trattare con gli stakeholder secondari è identificare tutti coloro che potrebbero rientrare in questo gruppo. Una volta che un'azienda sa chi sono i suoi stakeholder secondari, può iniziare l'importante lavoro di contattarli. Ciò consente agli stakeholder secondari di sapere che l'azienda riconosce di avere un interesse in essa e si prende cura di loro. Le aziende che lavorano con, piuttosto che contro, i loro stakeholder secondari tendono ad accumulare più buona volontà e cooperazione per l'espansione e altre attività commerciali necessarie.