Fino a che punto può funzionare il wireless?

Molti uffici ed edifici commerciali sono forniti almeno parzialmente cablati per la rete di computer, offrendo una comoda connessione dai server ai router nelle singole aree di lavoro. Questi router sono spesso wireless, un'opzione che offre una maggiore flessibilità e un'installazione più semplice rispetto alla rete tradizionale con cavi Ethernet. Router e bridge wireless relativamente economici offrono opzioni per la maggior parte dei requisiti di portata, da pochi metri a diversi chilometri.

Lo standard

L'Institute of Electrical and Electronics Engineers, o IEEE, ha definito i protocolli standard per le reti wireless a metà degli anni '90. Questo standard, denominato 802.11, è stato rivisto più volte per accogliere miglioramenti nella tecnologia. I primi prodotti commerciali, rilasciati nel 1999, aderivano agli standard 802.11ae 802.11b. Il primo offriva velocità più elevate, mentre il secondo era più lento ma aveva una portata più lunga. I primi dispositivi 802.11g sono entrati nel mercato nel 2003, combinando la velocità dei dispositivi wireless con la gamma di 802.11b. La velocità e la portata sono aumentate ulteriormente con lo standard 802.11n nel 2009 e 802.11ac nel 2012.

Portata massima

La portata massima di ogni standard varia a seconda di fattori ambientali quali ostruzioni e interferenze da altre sorgenti di segnali in radiofrequenza. La portata massima del wireless 802.11a era di circa 95 piedi con un throughput fino a 54 megabit al secondo, mentre 802.11b era in grado di trasmettere fino a 150 piedi a 11 Mbps. Lo standard 802.11g ha esteso tale portata a 170 piedi alla stessa velocità dell'802.11a; 802.11n ha esteso la portata massima a 230 piedi e la velocità effettiva fino a un massimo di 600 Mbps. I router 802.11ac forniscono un intervallo simile ma aumentano il throughput fino a un massimo teorico di 1,33 gigabit al secondo.

Considerazioni pratiche

I router 802.11be 802.11g funzionano sulla banda di frequenze radio a 2,4 GHz relativamente affollata, dove ci sono relativamente pochi canali tra cui scegliere e un potenziale significativo di interferenze da altri dispositivi elettronici e wireless. I dispositivi che utilizzano 802.11a utilizzavano la banda a 5 GHz meno affollata, mentre 802.11ne 802.11ac le utilizzano entrambe secondo necessità. La scelta di un router 802.11no 802.11ac fornirà prestazioni migliori a tutte le workstation sulla rete, in particolare quelle più lontane dal router. Con le vecchie tecnologie wireless, il throughput diminuisce drasticamente man mano che ci si avvicina ai limiti del loro raggio d'azione.

Wireless a portata estesa

I prodotti wireless convenzionali per consumatori e uffici possono fornire una portata adeguata per la maggior parte degli usi aziendali, ma le aziende che occupano grandi spazi o con strutture distribuite su una vasta area a volte ne hanno bisogno di più. In grandi edifici o complessi, è possibile risolvere questo problema installando router aggiuntivi configurati per funzionare come ripetitori. Ricevono un segnale in modalità wireless dal router principale, quindi lo ritrasmettono. Se la tua rete wireless deve estendersi oltre le poche centinaia di piedi, dovrai eseguire l'aggiornamento a un prodotto ad ampia area. Questi si connettono alla rete come router o bridge di rete, ma possono trasmettere su distanze fino a 20 miglia.