Vantaggi e svantaggi dell'utilizzo dell'assorbimento vs. Costo variabile

Se la tua piccola impresa è un'azienda manifatturiera, puoi scegliere di utilizzare i costi di assorbimento o i costi variabili per determinare i tuoi profitti. Devi imparare le implicazioni di ciascuno prima di fare questa scelta. Sebbene entrambi i metodi di contabilizzazione dei costi siano validi secondo i principi contabili generalmente accettati (GAAP), il metodo scelto può influire sulla rendicontazione dei profitti.

Costi generali fissi

È necessario comprendere le spese generali fisse per comprendere i costi di assorbimento e i costi variabili. Le spese generali fisse sono costituite da spese che non cambiano con il livello di produzione. Esempi di spese generali fisse includono l'affitto, l'assicurazione, i salari per i dipendenti a tempo pieno permanenti e il canone di locazione delle attrezzature. Queste spese continuano indipendentemente dal livello di vendita o dalla quantità di produzione.

Costo di assorbimento

Il calcolo dei costi di assorbimento è un metodo in base al quale si applica una parte dei costi generali fissi al costo di produzione dei prodotti. Lo fai su una base per unità. Dividi semplicemente i costi fissi per il numero di unità prodotte e vendute durante il periodo. Il risultato è un costo per unità per ogni unità prodotta e venduta.

Costo variabile

Il costo variabile utilizza i costi generali fissi come una somma forfettaria, anziché come una spesa per unità. Con questo metodo, includi tutti i tuoi costi variabili come forniture, materie prime e spedizione. Aggiungi il costo totale delle spese generali fisse per il periodo. Non calcoli queste spese su base unitaria. Invece li sottrai dalla cifra delle entrate come una spesa forfettaria.

Argomenti a favore dei costi di assorbimento

Il calcolo dei costi di assorbimento offre un vantaggio quando non si vendono tutti i prodotti fabbricati durante il periodo contabile. Come evidenziato da un documento del MIT, gli usi benefici dell'azienda di assorbimento diventano chiari quando si guarda alla produzione del prodotto. Potresti avere prodotti finiti nell'inventario. Poiché assegni un importo unitario per le spese fisse, ogni prodotto nell'inventario ha un valore che include parte del sovraccarico fisso. Non mostri la spesa finché non vendi effettivamente gli articoli nell'inventario. Questo può migliorare i tuoi profitti per il periodo.

Svantaggi del calcolo dei costi di assorbimento

I costi di assorbimento possono gonfiare artificialmente i tuoi profitti in un dato periodo contabile. Poiché non detrarrai tutte le spese generali fisse se non hai venduto tutti i prodotti fabbricati, il tuo conto profitti e perdite non mostra le spese complete che hai sostenuto per il periodo. Questo può fuorviarti quando analizzi la tua redditività.

Vantaggi del costo variabile

Il costo variabile mostra i tuoi profitti dopo che tutte le fatture sono state pagate per il periodo contabile. Anche se potresti non aver ricevuto entrate per i prodotti che hai fabbricato perché alcuni potrebbero essere in magazzino, dimostri di aver pagato tutte le tue spese per il periodo. Quando finalmente vendi i prodotti finiti in magazzino, hai un reddito in eccesso. Come sottolinea un docente alla Sacramento State University, il costo variabile spesso funziona meglio quando le vendite sono uguali o superiori alla produzione a causa del suo effetto sulle scorte.

Svantaggi del costo variabile

Il costo variabile mostra il pagamento completo per le spese generali fisse per il periodo contabile. Anche se non vendi tutti i prodotti che realizzi, devi detrarre l'intero costo delle spese generali fisse. Ciò significa che mostri meno profitti per il periodo perché mostri le tue spese generali complete anche quando non hai venduto tutti i tuoi prodotti. Mostrate un reddito ridotto a causa di prodotti invenduti ma spese complete per le spese generali.