Differenza tra PCI-E e PCI-X

PCI-Express, comunemente indicato come PCI-E, e PCI-X sono entrambi standard tecnologici progettati per migliorare il vecchio standard PCI. Nonostante la somiglianza dei loro nomi, questi due standard sono incompatibili tra loro e gestiscono la comunicazione tra le periferiche e un sistema informatico in modi molto diversi.

Storia PCI

Peripheral Component Interconnect, o PCI, è stato inizialmente sviluppato da Intel all'inizio degli anni '90 come standard per gestire il modo in cui i dispositivi periferici comunicano con il resto del PC. Negli anni successivi, la maggior parte del resto dell'industria dei computer ha adottato la tecnologia, rendendo PCI uno standard di settore. Alla fine degli anni '90, il PCI Special Interest Group ha sviluppato PCI-eXtended, che è una versione leggermente più avanzata di PCI. Alcuni anni dopo, il gruppo ha sviluppato PCI-Express, che ha affrontato il problema della comunicazione periferica in un modo completamente diverso.

Tipo di bus

PCI-X, come lo standard PCI originale, è una tecnologia di bus condiviso, con tutte le periferiche collegate che utilizzano lo stesso bus in parallelo. Ciò significa che poiché le periferiche devono comunicare con il computer, spesso devono attendere l'accensione del bus e poiché più dispositivi richiedono il bus, le prestazioni complessive della periferica diminuiscono. Al contrario, PCI-E utilizza la tecnologia punto-punto, dando a ogni singola periferica il proprio bus dedicato. Sebbene ogni bus PCI-E sia tecnicamente più piccolo del bus condiviso di PCI-X, dal momento che ogni dispositivo non deve aspettare altri che stanno utilizzando il bus, il risultato finale è un sistema bus molto più efficiente.

Larghezza di banda

La quantità di dati che possono essere trasmessi su un bus PCI-X, altrimenti noto come larghezza di banda del bus, è limitata dalle dimensioni del bus fisico e dalla velocità con cui viene eseguito. La maggior parte dei bus PCI-X sono a 64 bit e funzionano a 100 MHz o 133 MHz, consentendo una velocità di trasmissione massima di 1.066 MB al secondo. I progressi nella tecnologia PCI-X hanno consentito velocità teoriche fino a 8,5 GB al secondo, sebbene velocità così elevate abbiano alcuni problemi di interferenza. Inoltre, le velocità PCI-X sono sempre inferiori al massimo se si dispone di più di un dispositivo che utilizza il bus.

Velocità

Poiché PCI-E utilizza la tecnologia punto-punto, l'unica cosa che limita la velocità è il numero di corsie di ciascuna connessione. La tecnologia PCI-E può supportare da una a 32 corsie e funziona a velocità a partire da 500 MB al secondo, fino a un massimo teorico di 16 GB al secondo. Inoltre, poiché PCI-E non ha il sovraccarico di dati richiesto per gestire connessioni diverse come fa PCI-X, la velocità dati reale finisce per essere più alta anche in situazioni in cui le velocità teoriche sarebbero le stesse.

Dimensioni slot

Gli standard PCI-E e PCI-X differiscono notevolmente quando si tratta della dimensione dello slot sulla scheda madre del computer. Gli slot PCI-X sono gli stessi degli slot PCI originali, anche se con un'estensione aggiuntiva che consente la comunicazione a 64 bit. Ciò significa che questi slot e le corrispondenti schede periferiche occupano un bel po 'di spazio sulla scheda madre. Tuttavia, l'utilizzo di questi tipi di slot consente agli slot PCI-X di accettare tutte le schede PCI meno recenti. Al contrario, gli slot PCI-E sono completamente diversi dagli slot PCI e non possono accettare schede diverse da quelle specificamente progettate per questi slot. Inoltre, la dimensione dello slot dipende dal numero di corsie del bus PCI-E. Uno slot PCI-E x1, che ha una sola corsia, non occupa quasi spazio sulla scheda madre, mentre uno slot PCI-E x32 ha 32 corsie ed è di dimensioni simili agli slot PCI-X.