Che cos'è l'equità di partenariato?

Una partnership è una forma comune di organizzazione aziendale composta da due o più persone che si uniscono per gestire un'impresa e condividere i profitti e le perdite dell'azienda. Una partnership è una scelta popolare per le piccole imprese perché è facile da creare e gestire, offre una grande flessibilità di gestione, le leggi che governano le partnership sono coerenti in tutto il paese e le partnership sono soggette a un solo livello di tassazione rispetto a corporazioni.

Il modo in cui i partner strutturano l'equità della partnership nella loro piccola impresa influenzerà l'interesse di proprietà di ciascun partner nell'azienda e potrebbe influenzare chi controlla la partnership.

Definizione di patrimonio di partnership

L'equità della partnership è l'interesse percentuale che un partner ha nelle risorse della partnership. In altre parole, l'equità della partnership rappresenta l'interesse di proprietà del partner nell'azienda. I contributi totali di tutti i partner più gli utili non distribuiti si riflettono nel bilancio di una partnership come capitale.

Ogni partner ha un conto capitale separato che rappresenta l'equità di quel partner nella partnership, secondo AccountingTools. L'interesse di proprietà di un partner viene stabilito mediante accordo tra i partner e non è necessario che sia uguale tra i partner.

Contributi azionari e prelievi

Un partner può contribuire con denaro, altri beni o servizi alla partnership. Questa cifra rappresenta il valore del conto capitale del partner. I futuri contributi di un partner alla partnership aumenteranno il saldo del conto capitale del partner mentre eventuali prelievi lo diminuiranno.

Le posizioni patrimoniali relative di ciascun partner possono cambiare se ci sono diversi contributi o ritiri da parte di ciascun partner durante la vita della partnership. Se il controllo o la quota di profitti e perdite è legato alla percentuale di equità di ciascun partner, contributi e prelievi diseguali possono avere un impatto significativo sulla partnership.

Equità ineguale

Non è raro che un partner di equità abbia un'equità ineguale nella partnership. Ad esempio, Tim, un imprenditore generale, vuole cambiare casa, ma non ha i soldi per farlo e non può ottenere un finanziamento bancario. L'amica di Tim, Tessa, è un'agenzia immobiliare di successo alla ricerca di un buon investimento. Tim e Tessa accettano di formare una partnership di equità.

Tessa finanzierà i progetti di costruzione di Tim ma non sarà impegnata nell'effettiva gestione dell'attività. Tim gestirà l'attività e fungerà da appaltatore generale, ma non contribuirà con denaro. I due concordano sul fatto che l'equo valore di mercato dei servizi che Tim apporta alla partnership è di $ 75.000 ("equità del sudore"). Tessa finanzia la partnership con $ 100.000. Tim avrà una quota di circa il 42% nella partnership e Tessa avrà una quota di circa il 58%.

Utili e perdite

I profitti e le perdite vengono distribuiti tra i partner secondo l'accordo di partnership. Sebbene l'allocazione dei profitti e delle perdite non debba essere uguale alla percentuale del patrimonio netto che ciascun partner ha nella partnership, è un metodo di allocazione comune.

Ad esempio, Michael e Janice aprono una caffetteria. Michael ha una partecipazione azionaria del 75% nella partnership e Janice ha una partecipazione del 25%. Michael e Janice accettano di distribuire profitti e perdite in conformità con i rispettivi interessi di partnership. Nel primo anno di attività, la caffetteria realizza un utile netto di $ 100.000. La quota dei profitti di Michael è di $ 75.000 e la quota di Janice è di $ 25.000. Eventuali perdite sostenute dalla partnership vengono calcolate nello stesso modo.

La divisione di profitti e perdite può essere trattata in modo diverso, secondo Startup Nation. Ad esempio, a un partner può essere assegnato il 50% dei profitti e il 40% delle perdite mentre all'altro partner viene assegnato il 50% dei profitti e il 60% delle perdite, a condizione che l'assegnazione sia conforme alla legge fiscale. Questo può essere un problema fiscale molto complicato e potrebbe essere necessaria la consultazione con un avvocato o un contabile.