Definizione ed esempi di transazioni commerciali

Una transazione commerciale è un evento che coinvolge uno scambio di beni, denaro o servizi tra due o più parti. La transazione può essere breve come un acquisto in contanti o duratura come un contratto di servizio che si estende per anni. L'attività oggetto di transazione può essere tra due parti impegnate in affari e che conducono la transazione per i reciproci vantaggi, o tra un'entità commerciale, come un negozio al dettaglio, e un cliente.

Cosa non è una transazione commerciale?

Ci sono un numero qualsiasi di eventi condotti per scopi commerciali che, nonostante un intento commerciale, non sono ancora transazioni commerciali. Ad esempio, se un noto CEO tiene un discorso di apertura, alla fine ne beneficiano gli studenti, nonché il CEO e la sua azienda. Gli studenti beneficiano dei contenuti utili o stimolanti del discorso di apertura, mentre il CEO e la sua società vengono pubblicizzati nel processo.

Potrebbe anche esserci un aumento misurabile del prezzo delle azioni della società associato alla pubblicità favorevole, e potrebbe essere che il negozio della società nella città universitaria in cui il CEO ha tenuto il discorso veda un aumento delle vendite trimestrali. Anche se dal discorso deriva un vantaggio commerciale misurabile, tuttavia, non costituisce una transazione commerciale.

Perché alcune cose non sono transazioni commerciali?

Ci sono molti eventi che sono chiaramente transazioni commerciali come acquisti di attrezzature o forniture per un'attività in corso. Allo stesso modo, ci sono molti eventi che chiaramente non sono transazioni commerciali come scrivere a qualcuno una lettera d'amore o fare una donazione di lavoro a un ente di beneficenza.

Ci sono anche transazioni in cui potrebbe sembrare che tu possa chiamarlo in entrambi i modi, come il discorso del CEO che si traduce in un aumento delle vendite dell'azienda nella città universitaria in cui è stato tenuto. Perché, in questo caso, non considereresti il ​​discorso una transazione commerciale? Ebbene, per prima cosa, affinché un'azione sia considerata una transazione commerciale, deve esserci un pagamento specifico per essa - in termini di ragioniere, una remunerazione.

Ci deve essere uno scambio di valore. Se l'amministratore delegato fosse stato pagato per tenere il discorso - e molti amministratori delegati e figure aziendali di spicco vengono regolarmente pagati per il discorso - sarebbe quindi considerata una transazione commerciale, uno scambio di valore (il discorso e il pagamento per esso).

Una regola generale per determinare se si tratta di una transazione commerciale

Quando si determina se un'azione è una transazione commerciale, valutare se esiste un modo per inserirla in una registrazione contabile. È abbastanza chiaro che se la persona che tiene il discorso viene pagata per questo, il pagamento deve essere inserito da qualche parte - come reddito aggiuntivo nei registri fiscali personali dell'amministratore delegato o come pagamento imponibile alla società. D'altra parte, se non esiste un modo semplice per inserire l'evento nei registri contabili, quasi certamente non si tratta di una transazione commerciale.