Qual è la differenza tra le spese operative e non operative?

Non tutti i costi sostenuti da un'azienda si riferiscono alla gestione dell'azienda stessa. Queste spese, come il personale e la pubblicità, sono note come spese operative. Le aziende hanno anche spese non operative e forse anche alcuni ricavi non operativi, come il costo e il possibile reddito derivante da una causa legale. Quando si prepara un conto economico per un'azienda, è buona prassi contabile distinguere tra spese operative e non operative ed elencarle separatamente.

Mancia

Le spese operative sono tutti i costi che devi sostenere per portare un prodotto o servizio sul mercato. Le spese non operative sono costi che non sono correlati alle normali operazioni commerciali, tali costi di trasferimento o estinzione di un prestito.

Quali sono le spese operative?

I costi operativi sono i costi sostenuti da un'azienda nell'ambito delle sue normali attività commerciali, escluso il costo delle merci vendute. Ecco alcuni esempi:

  • Spese amministrative
  • Forniture per ufficio
  • Salari del personale amministrativo
  • Commissioni, marketing e pubblicità
  • Affitto e utenze.

Sono considerati costi operativi anche i costi di alcuni servizi specializzati, come l'assunzione di consulenti o contabili.

Cosa sono le spese non operative?

Alcune spese aziendali vengono sostenute per motivi che non implicano le normali operazioni aziendali. Ad esempio, i costi di trasferimento della tua azienda non rientrano nelle operazioni di core business e sarebbero registrati come spese non operative. Un altro esempio di spesa non operativa è l'interesse sul denaro preso in prestito.

Le spese non operative includono anche costi una tantum o insoliti. Le spese necessarie per una riorganizzazione aziendale a seguito di un fallimento, o per pagare le spese dovute a una causa legale, sono esempi comuni di spese non operative. Anche gli addebiti per obsolescenza delle apparecchiature o per il cambio di valuta sono spese non operative.

Le spese sono riportate a conto economico

Le spese operative e non operative sono elencate in diverse sezioni del conto economico di un'azienda. Nella parte superiore del conto economico, il costo dei beni venduti viene sottratto dai ricavi per trovare l'utile lordo. Le spese operative sono elencate di seguito e vengono sottratte dall'utile lordo. L'importo rimanente dopo aver sottratto tutte le spese operative è chiamato reddito operativo.

La sezione successiva elenca le entrate e le spese non operative. I ricavi non operativi come gli interessi guadagnati vengono aggiunti al reddito operativo e le spese non operative vengono sottratte. La cifra finale, spesso chiamata la linea di fondo, è il reddito netto dell'azienda.

Importanza delle spese

È del tutto possibile che un'azienda svolga un'attività efficiente e continui a sostenere spese insolite che è improbabile che si ripetano. Queste spese una tantum possono mascherare una performance sostanzialmente buona. Quando si separano le spese operative e non operative nel conto economico, si consente a manager e investitori di valutare meglio l'effettivo rendimento di un'azienda. Organizzare un conto economico in questo modo consente anche di monitorare le spese non operative e garantire che eventuali problemi che rappresentano, come il pagamento di interessi elevati per i fondi presi in prestito, siano portati all'attenzione della direzione.